CIRCONDARIO DI IMOLA

Il coordinamento del Circondario ANPI di Imola è composto dalle Sezioni Anpi di: Imola, Castel San Pietro Terme, Medicina, Dozza e Toscanella, Castel Guelfo, Mordano e Bubano, Casalfiumanese, Borgo Tossignano, Fontanelice, Castel del Rio e Sassoleone.

un click per contattarci.. contact us.. kontactieren Sie uns.. napisz do nas


..


..
..

Proseguono le cerimonie promosse dall'Amministrazione comunale imolese e dall’ANPI.

Nella mattinata di venerdì 16 aprile il sindaco di Imola, Marco Panieri, il presidente del Consiglio comunale, Roberto Visani, ed il presidente dell’Anpi, Gabrio Salieri, hanno deposto corone di alloro presso il monumento di Sasso Morell.

comunicato
..


..

dal 14 al 30 aprile 2021

Centro Leonardo Imola

In occasione del 25 aprile il Consiglio di Zona soci Circondario imolese e ANPI Imola vi invitano alla mostra RITRATTO RIBELLE: l’antifascismo e la Resistenza nelle lettere e nelle testimonianze dei protagonisti.

un progetto
volantino
..


..
 ........

Nella mattinata di lunedì 12 aprile si è svolta la commemorazione dei 16 martiri di pozzo Becca, con deposizione di corone presso il cippo posto in via Vittorio Veneto e un breve raccoglimento al suono del Silenzio intonato da una tromba.

Questi i nomi dei 16 partigiani :

Baldazzi Bernardo, Bernardi Dante, Bersani Gaetano, Broccoli Duilio, Cassani Antonio, Facchini Guido, Felicori Mario, Filippini Paolo, Gabusi Cesare, Grassi Secondo, Martelli Ciliante, Martelli Mario, Masina Corrado, Rivalta Domenico (il solo imolese del gruppo, poi decorato con la Medaglia d’oro al valor militare), Roncarati Giovanni, Ronzani Augusto.

comunicato
i fatti
..


..
..

Sabato 3 aprile si è svolta una breve cerimonia in ricordo di don Giulio Minardi quale simbolo autentico di solidarietà e coraggio avendo il sacerdote imolese anteposto la vita degli altri alla propria incolumità. Il sindaco di Imola, Marco Panieri, ed il presidente dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, Gabrio Salieri, hanno deposto corone presso il busto eretto nel 2000 nel giardino dell’Istituto di Santa Caterina, in via Cavour. La commemorazione si è svolta in forma ridotta, senza la presenza di cittadini, in ottemperanza alle normative in vigore per il contrasto alla diffusione del coronavirus

..
la storia
..


..
..

Il sindaco Marco Panieri, Gabrio Salieri e Daniela Martelli per l'Anpi di Imola, nel pomeriggio di giovedì 1 aprile hanno deposto corone di alloro al monumento eretto nella piazza della frazione imolese di Ponticelli “A perenne memoria – recita l'iscrizione incisa sulla lapide - dei compaesani caduti sotto i colpi della ferocia nazi-fascista”. La cerimonia si è svolta in forma ridotta, in ottemperanza alle normative in vigore per il contrasto alla diffusione del coronavirus.

Otto i nomi scolpiti nel marmo: Dino Bertozzi, Settimio Biagi, Nazzaro Costa, Giuseppe Maccarelli, Antonio Manara, Battista Martelli, Silvio Poli e Luigi Trombetti.

come andarono le cose..
..


..
..

Nella mattinata di domenica 21 marzo il sindaco di Imola, Marco Panieri, ed il presidente dell’Anpi di Imola, Gabrio Salieri, hanno deposto una corona di alloro alla base della lapide che nell’area delle ex scuole comunali della frazione imolese di Spazzate Sassatelli ricorda il sacrificio di tre partigiani caduti durante la lotta di Liberazione uccisi dal nazifascismo: Amedeo Marchi (1914-1944), Leonida Passerini (1921-1945) e Giuseppe Tinarelli (1898-1945).

La cerimonia si è svolta in forma ridotta, senza la presenza di cittadini, in ottemperanza alle normative in vigore per il contrasto alla diffusione del coronavirus.

I tre partigiani “Caduti per la Libertà” di cui si è celebrato il ricordo facevano parte del battaglione Pianura della brigata Sap Imola.

..
come andarono le cose...
..


..
..

Nella mattinata di mercoledì 10 marzo si è svolta ad Imola la cerimonia in memoria di Lorenzo Baldisserri, Emilio Benedetti, Paolino Farolfi, Dante Giorgi, Sergio Ragazzini, Antonio e Paolo Roncassaglia e Attilio Visani, partigiani delle Sap trucidati dai nazifascisti il 10 marzo 1945. Cerimonia durante la quale il sindaco di Imola, Marco Panieri, la vicesindaca di Riolo Terme, Francesca Merlini, ed il presidente dell'Anpi di Imola, Gabrio Salieri, hanno deposto una corona presso il monumento che ricorda il sacrificio degli otto giovani partigiani, a cui hanno fatto seguito le note del Silenzio, eseguito da Simone Conte, trombettista della filarmonica imolese. La cerimonia, a cui la cittadinanza non ha potuto partecipare per via delle norme anti-Covid, ha visto la presenza anche del gonfalone della Città di Imola.

Il 5 febbraio 1945 i nazifascisti avevano effettuato un rastrellamento nella zona collinare di Toranello, tra Riolo Terme e Borgo Tossignano, catturando diversi componenti dei gruppi di combattimento partigiani che operavano in montagna. Alcuni di loro vennero trasportati a Imola e rinchiusi nelle carceri della rocca sforzesca, ove subirono pestaggi e torture. Guido Bianconcini morì per le sevizie il 12 febbraio, mentre otto suoi compagni di prigionia vennero prelevati il 10 marzo dai militi fascisti e portati nel podere La Rossa, nella periferia ovest di Imola. E qui, ancora “grondanti di sangue per le torture subite”, vennero barbaramente uccisi e i loro cadaveri gettati “uno sull'altro” in un grande cratere di bomba d'aereo colma d'acqua. I loro corpi vennero ritrovati soltanto un mese e mezzo dopo, a guerra ormai finita.

Nel luogo ove venne perpetrato quell'eccidio (l'area verde lungo il viale del Piratello, all'altezza della rotonda Altiero Spinelli, vicino al Centro Leonardo) oggi si trova il monumento progettato dall'architetto Piero Martinoni, costituito da otto steli metallici (uno per ogni partigiano caduto) che, uscendo dal tappeto di gramigna e protendendosi verso il cielo, simboleggiano l'anelito di libertà che portò quei giovani alla lotta contro la barbarie e l'oppressione, fin all'estremo sacrificio. Inaugurato nel 1988, nel 1995 vi è stata collocata la lapide riportante i nomi degli otto martiri.

..


..

2 marzo 2020   -  2 marzo 2021

..

Un anno fa, nella notte fra domenica 1 e lunedì 2 marzo, moriva per un malore improvviso l'ex sindaco di Imola Bruno Solaroli, 81 anni.

Per molti anni funzionario del Pci, parlamentare per quattro legislature, nel 1999 venne nominato sottosegretario di Stato del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione nel primo Governo di Massimo D'Alema. Fino al 2012 è stato dirigente della Regione Emilia-Romagna e poi presidente della sezione imolese dell'Associazione nazionale partigiani d'Italia.

Nella ricorrenza, il sindaco Marco Panieri e il presidente della sezione Anpi di Imola hanno deposto mazzi di fiori ai piedi della tomba di Solaroli, nel famedio del cimitero di Piratello. “Il suo impegno per la democrazia, per l'antifascismo e per l'Anpi è stato di grande esempio per tutti noi", ha commentato Salieri al termine della breve cerimonia.

..


..
..

Quest'ultima domenica, 21 febbraio, nel corso di una sobria cerimonia, è stata deposta una corona ai piedi della lapide che nella frazione imolese di Osteriola ricorda sette partigiani “Caduti per la Libertà”: Lino Afflitti, Otello Cardelli, Candido Contoli, Zelino Frascari, Armando Gardi, Enea Suzzi e Angelo Volta. Presenti alla cerimonia il sindaco di Imola, Marco Panieri, il vicesindaco Fabrizio Castellari e il presidente del Consiglio comunale, Roberto Visani.

Malgrado le restrizioni imposte dalla lotta alla pandemia...segue

..


..

Presso la sede ANPI di via Giovanni dalla bande nere è disponibile il libro

NOI PARTIGIANI

Memoriale della Resistenza italiana

pubblicazione a cura di Gad Lerner e Laura Gnocchi

prefazione di Carla Nespolo

..


..
..

GIANFRANCO PAGLIARULO E' IL NUOVO PRESIDENTE NAZIONALE ANPI

Il Comitato nazionale ANPI ha eletto Gianfranco Pagliarulo Presidente nazionale ANPI. Succede a Carla Nespolo che ha guidato l'Associazione dal 3 novembre 2017 fino al giorno della sua scomparsa avvenuta il 5 ottobre scorso.
Nato a Bari, classe 1949, giornalista, Gianfranco Pagliarulo ha lavorato negli anni '70 alla federazione milanese del PCI, nel decennio successivo alla FIOM di Milano alla direzione del periodico "Il metallurgico", negli anno '90 alla Società di mutuo soccorso dei ferrovieri come direttore dell'house organ Il Treno. Successivamente ha diretto il settimanale La Rinascita della sinistra. Senatore della Repubblica nella XIV legislatura (2001-2006), dal 2015 è direttore responsabile di www.patriaindipendente.it periodico dell'ANPI, e dal 2017 vicepresidente nazionale dell'Associazione.
.


..

L’Anpi di Imola – anche in collaborazione con il Comune e, nel caso della Cogne, con il Sindacato, - ha rinnovato la posa delle corone d’alloro e dei mazzi di fiori nei monumenti commemorativi della Resistenza. Non è infatti stato possibile, viste le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, rispettare il calendario usuale. Soltanto nel caso delle giornate della memoria, della commemorazione delle vittime delle foibe e di Osteriola, è stato possibile effettuare le commemorazioni con la presenza di pubblico e con discorsi commemorativi, mentre già per il monumento alla Rossa si è trattato di una manifestazione senza pubblico e senza discorsi. Da allora ci si è dovuti limitare a deporre corone e fiori, come a Ponticelli, a Pozzo Becca, a Sesto Imolese, al monumento al Partigiano, alla sede dell’Anpi e alla Rocca, alla rotonda della stazione, in piazza Matteotti per ricordare Maria Zanotti e Livia Venturini, alla Cogne e alla Pineta.

Nelle foto: i monumenti di Pozzo Becca, Ponticelli e Sesto Imolese e la lapide presso la sede Anpi.

...

Qui sotto posa corone al cimitero inglese della valle del Santerno, al monumento ai Partigiani del monte Faggiola, a Spazzate Sassatelli ed a Casetta di Tiara

     


.

GLI UFFICI ANPI SONO APERTI

MARTEDI, GIOVEDI E SABATO NON FESTIVI

DALLE ORE 9.OO ALLE ORE 11.30

RISPETTANDO LE SEGUENTI NORME DI SICUREZZA

Indossare mascherina e possibilmente guanti

Disinfettarsi le mani, se non si indossano guanti

Rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro

Evitare ogni contatto fisico con altre persone

Attendere, distanziati, in corridoio di essere convocati in ufficio

.


..

...nessun virus potrà cancellare la memoria.

Nell'ambito del progetto

un documentario degli studenti imolesi:

pozzo Becca 12 aprile 1945

..


..

IL CIRCONDARIO PIANGE LA SCOMPARSA DI BRUNO SOLAROLI

ciao Bruno

..


..

LE PARTIGIANE E I PARTIGIANI

CI HANNO REGALATO

LA LIBERTA' E LA DEMOCRAZIA

ORA TOCCA A TE DIFENDERLE E DIFFONDERLE

Vieni ad iscriverti all’A.N.P.I. e porta nuovi iscritti

manifesto Tesseramento
modulo richiesta crizionise
..


..

Una proposta per le scuole

Per l'anno scolastico 2019-2020

l’Associazione Ca’ di Malanca propone un programma che comprende

percorsi sui sentieri escursionistici,

visite guidate alla Mostra Permanente sulla Resistenza e

giornate di ricerca a Ca' di Malanca (Brisighella).

la proposta


..
11 luglio 2019

"Regionalismo differenziato, riduzione dei parlamentari, referendum concorrenziale col Parlamento:non è questa l'Italia della Costituzione"

Dichiarazione della Presidente nazionale ANPI, Carla Nespolo

..


.

IL FASCISMO E' UN CRIMINE

IL VOLTO VERO DEL VENTENNIO

La comparsa del fascismo

Mussolini diventa Presidente del Consiglio

Anche dopo la presa del potere il fascismo...

(Video curati dall’ANPI Nazionale sui crimini commessi dal fascismo fin dalla sua nascita)


..

PRESSO LA SEDE CIDRA

E' VISITABILE LA MOSTRA SU

ANTIFASCISMO, RESISTENZA, DEPORTAZIONE E LIBERAZIONE

(Piazzale Giovanni dalla Bande Nere n. 4)

Per concordare la visita o ulteriori informazioni: Telefonare allo 0542 24422

Email: info@cidra.it

mostra Cidra
..


.

Il Museo della Resistenza di Ca' Malanca

Le ANPI dell'Unione Faentina, del Circondario Imolese e quelle della Romagna dell'Alto Mugello in un incontro svolto nel 2015 hanno espresso la volontà di fare del Centro Residenziale di Ca' Malanca il luogo di coordinamento di tutte le celebrazioni organizzate nel ricordo delle azioni della 36° Brigata Garibaldi "A. Bianconcini"e delle altre formazioni partigiane che agirono, dall'autunno del 1943 fino al giorno della Liberazione, nelle valli del Sillaro, del Santerno, del Senio, del Lamone e del Tramazzo.

Centro Residenziale Ca' Malanca di studi ed iniziative sulla lotta di Liberazione in Emilia Romagna, istituito con L.R. n. 13 del 21 febbraio 1990

- via Rio Corneto, Brisighella

- rec. c/o ANPI, Corso Garibaldi, 2 48018 Faenza - tel. 0546 28561

- mail: info@camalanca.it

Cà di Malanca e Monte Battaglia sono tra i più importanti luoghi della memoria nel nostro Appennino. Qui, oltre settanta anni fa, si sono svolti avvenimenti della Resistenza che hanno fortemente inciso e lasciato il segno sugli sviluppi successivi della guerra di Liberazione. Conservare ricordi di questi avvenimenti e trasmettere la memoria storica alle nuove generazioni è un dovere perché la memoria della Resistenza costituisce un ingente patrimonio morale, culturale ed etico, dal quale sono scaturiti i valori di libertà, uguaglianza e solidarietà, i principi cardine della nostra Costituzione, la scelta della Repubblica, la conquista della democrazia. Un dovere, che ha contraddistinto la missione del Centro Residenziale Cà Malanca in tutti gli anni della sua attività. Una attività che riproponiamo all'attenzione delle istituzioni scolastiche con un programma di escursioni, di visite guidate e di incontri didattici proprio imperniato su questi temi.

I LUOGHI DELLA MEMORIA NELL'APPENNINO FAENTINO E IMOLESE

UNA PROPOSTA PER LE SCUOLE

NATURA, AMBIENTE, STORIA

Escursioni e visite guidate

..



..

ROMA

16 aprile 2015. I nostri tre partigiani Manaresi Gina, Salieri Alfiero, Zaccherini Vittoriano (in basso a destra), insieme a Renato Romagnoli -Presidente ANPI Provincia di Bologna- partecipano alla Camera dei Deputati alla Assemblea dei Partigiani , indetta dai Presidenti dei due rami del Parlamento, Laura Boldrini e Pietro Grasso. Presente il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Viva soddisfazione dell'Anpi di Imola.

.
.


..

Appello delle Sezioni ANPI del Circondario imolese contro ogni forma di manifestazione e apologia di fascismo

l'appello


LA NUOVA SEDE

....
.... .
.....

Siamo in Piazzale Giovanni dalle Bande Nere n. 14

(Prato della Rocca)



.

Leggi

Leggi

Leggi


.

..
(per accedere all'ultimo numero della pubblicazione occorre registrarsi gratuitamente sul sito)


.
.

Scarica lo Statuto

Scarica la tua copia della Costituzione

.

A partire dal giorno 2 maggio 2012 entra in vigore il nuovo Regolamento Nazionale, in attuazione dell'art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo.

Il regolamento riguarda tutte le strutture dell'Associazione, ad ogni livello.

Scarica il regolamento ANPI 2012

..



A.N.P.I. Corcondario di Imola